Estratto regolamento Enci

Il Campionato Italiano
ART. 29 – Il consiglio direttivo dell’Enci può conferire con propria deliberazione i seguenti titoli dicampione italiano:

  1. Campioni di bellezza
  2. Campioni di lavoro
  3. Campione trialler
  4. Campione assoluto
  5. Campione sociale
  6. Campione riproduttore
  7. Giovane promessa Enci

Campioni italiani di bellezza
ART. 30 – Il consiglio direttivo dell’Enci ratificherà la proclamazione a Campione italiano dì bellezza dei cani che nel corso della loro carriera abbiano ottenuto in manifestazioni svoltesi in Italia e riconosciute dall’Enci i seguenti titoli:per le razze non sottoposte a prove di lavoro e rappresentate da una associazione specializzata:

  • 4 CAC di cui almeno due dovranno essere conseguiti in esposizioni internazionali.
  • 2 CAC conseguiti in classe libera in raduno di razza o mostra speciale.

I titoli dovranno essere rilasciati da almeno cinque giudici diversi.

Campioni sociali
ART. 35 – Sono campioni sociali i cani che tali titoli hanno acquisito in base al regolamento stilatodalle rispettive associazioni specializzate e preventivamente approvato dall’Enci.

Campioni riproduttori
ART. – 36 Un cane potrà essere proclamato dall’Enci Campione riproduttore, eventualmente anchealla memoria, qualora accoppiato almeno con due individui diversi abbia prodotto:

  • 3 campioni italiani di bellezza oppure
  • 6 soggetti diversi qualificati “eccellente” in esposizione o raduno

Giovane promessa Enci
ART. 39 – L’Enci rilascerà ufficialmente il titolo a quei cani che, nell’arco di tempo previsto dalregolamento si siano classificati “I° Ecc.” in classe giovani sino a totalizzare 30 punti in base alcalcolo seguente: I° Ecc, in esposizioni internazionali punti 5. I° Ecc. in esposizioni nazionali o raduni di razza punti 3.

 

Il Campionato Internazionale (estratto dal regolamento della F.C.I.)
a) Razze non sottoposte a prova di lavoro

Per ricevere il titolo di campioni internazionali di bellezza i cani appartenenti a tali razze dovrannoaver ottenuto i seguenti requisiti:

  • 4 certificati di attitudine al campionato internazionale di bellezza (CACJB) in tre diverse nazioni e da almeno tre giudici differenti, qualunque sia il numero dei concorrenti.
  • Uno di questi quattro certificati di attitudine al campionato internazionale di bellezza (CACIB) deve essere ottenuto nel Paese di residenza del proprietario o nel Paese d’origine della razza. E’ consentita un eccezione per le piccole nazioni, nelle quali le esposizioni sono poche, che potranno scegliere un altro paese vicino ove tale CACIB potrà essere ottenuto.