L’origine del Leonberger non è recente: alcuni lo vogliono presente nella Germania Sud Occidentale fin dal 1600 o addirittura prima di Cristo. Ufficialmente la sua creazione risale alla metà del secolo scorso quando un appassionato allevatore tedesco, Heinrich Essig, “creò” o più probabilmente ricostituì la razza.

Egli desiderava onorare la sua città, Leonberg, con la creazione di un cane che assomigliasse all’immagine riportata sul suo stemma araldico: un leone, appunto. Dai documenti ancora incerti di Essig risulta che egliavrebbe ottenuto il primo esemplare nel 1846 dopo aver incrociato più volte e per alcune generazioni Cani di Terranova, San Bernardo e Cani di Montagna dei Pirenei. Il resoconto dato da Essig, alla luce delle recenti conoscenze genetiche, non risulta però verosimile e così l’origine di questo affascinante cane pare destinata a rimanere avvolta nel mistero.

Essig fu il massimo promotore della razza nel secolo scorso e i suoi cani, oramai ambiti in tutto il mondo, vennero così descritti dalla stampa in occasione della esposizione canina di Monaco nel 1870: il più bello di questi cani era giallo bruno con sfumature nere, quasi come un leone, ad esso somigliante anche nella maestosa figura.Tra gli illustri personaggi che in passato furono orgogliosi del proprio Leonberger troviamo l’imperatrice Elisabetta d’Austria meglio nota come Sissi, l’Imperatore Napoleone III in Francia, il Re Umberto I e Giuseppe Garibaldi in Italia, il Cancelliere Bismark, il grande Richard Wagner …Oggi il Leonberger trova diffusione in molti paesi europei, dove si sono formate fin dal secolo scorso delle associazioni di amatori che tutelano la razza in modo serio e con molta dedizione.

A Leonberg è stabilita la sede non solo del Club tedesco del Leonberger, ma anche della Unione Internazionale dei Clubs della razza.In Italia, il CLUB ITALIANO DEL LEONBERGER dal 1987 vuole essere soprattutto un centro di informazione e un punto di riferimento per coloro che in questo bell’animale individuassero il proprio affettuoso compagno di specie canina.